Purexis SA Blog Blog LA CANNABIS PUO’ RIDURRE I DOLORI LEGATI ALLA FIBROMIALGIA

LA CANNABIS PUO’ RIDURRE I DOLORI LEGATI ALLA FIBROMIALGIA

Uno studio israeliano del Journal of Clinical Medicine ha recentemente dimostrato che la cannabis medica può essere un’alternativa sicura ed efficace per il trattamento dei sintomi della fibromialgia. Condotto dal dipartimento di ricerca di Tikun Olam, leader israeliano nella cannabis medica, lo scopo dello studio era di esaminare le caratteristiche, la sicurezza e l’efficacia del trattamento medico della cannabis per questa condizione. Caratterizzata da dolore muscoloscheletrico generale, affaticamento, scarsa qualità del sonno e difficoltà cognitive, la fibromialgia non ha una causa specifica o una cura nota e colpisce principalmente le donne tra i 40 e i 60 anni. Dei partecipanti allo studio, il 73,4% ha riportato un sonno migliore dall’inizio dell’esperimento, l’80,8% ha riferito un miglioramento dei sintomi correlati alla depressione e il 61,9% ha riferito un miglioramento della qualità della vita, compresi l’appetito e l’attività sessuale. In totale, l’81,1% dei partecipanti ha reputato soddisfacente il trattamento. I ricercatori hanno anche riscontrato un miglioramento significativo dell’intensità del dolore e dei sintomi associati alla fibromialgia nei pazienti dopo sei mesi di trattamento. L’81% dei pazienti ha riportato effetti collaterali minimi o assenti ed i responsabili dello studio sono soddisfatti di aver individuato un’opzione aggiuntiva per il trattamento di questi disturbi. Questo studio non è il primo del suo genere: molti altri studi hanno infatti dimostrato l’efficacia dei trattamenti con cannabis per alleviare il dolore correlato alla fibromialgia. Ad esempio il Journal of Clinical Rheumatology aveva condotto un altro studio in questa direzione già nel 2018.

You may be also like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate Purexis website »