Purexis SA Recensioni

TESTIMONIANZE DEI CLIENTI

Le recensioni dei clienti sono importantissime sia per noi di Purexis che per i visitatori.

Vi invitiamo a scaricare la scheda di valutazione e inviarla compilata in tutti i suoi campi.

GRAZIE!

Abbiamo somministrato a mio fratello Claudio Vincenti il prodotto pxcbd1060 in confezione da 60 capsule da assumere 2 al giorno, a metà mattina e metà pomeriggio.

Gli effetti si sono dimostrati quasi non credibili e certamente inaspettati consistenti in:

  • aumento immediato dell’appetito
  • diminuzione dopo due giorni dei dolori e costantemente continua così
  • è ritornata la voglia di vivere
  • è ritornata la voglia di curarsi

Da un punto di vista medico questi effetti che si dimostrano stabili e duraturi mi suggeriscono di far conoscere questa testimonianza in ambito politico e sanitario generale affinchè tali prodotti vengano finalmente ammessi al consumo anche in Italia tenuto conto che la percentuale generale di morti per cancro si aggira circa sul 50% delle morti totali.

Firmato in fede:

Stelio Vincenti – Medicina-Chirurgia – Studio Medico Polispecialistico

Al simposio tenuto il 27 novembre 2015 a Milano sono intervenuti diversi medici e ricercatori. Fra questi, il dottor Leimgruber ha riassunto le tappe della ricerca clinica sui cannabinoidi evidenziando gli studi più recenti e accreditati.

Il medico svizzero ha poi commentato le conseguenze tragiche del proibizionismo, che da molti anni obbliga i ricercatori non a sperimentare ma ad inseguire le esperienze dei pazienti che hanno scelto la via terapeutica della cannabis.

Hans Leimgruber – Medicina Canapa 2015 (English subtitles)

Leimgruber elenca poi le malattie già trattate con successo o con risultati promettenti tramite cannabinoidi: diverse forme tumorali, sclerosi, epilessie, psicopatologie, dipendenze. Cita la normativa per il sistema sanitario e le possibilità di accesso alla cannabis terapeutica offerte ai pazienti in Svizzera, venendo poi alla propria esperienza professionale.

I pazienti curati dal dottor Leimgruber con derivati della cannabis sono in aumento e oltre la metà riguarda casi oncologici. Le sue prescrizioni si basano su prodotti certificati, ad alto tenore di CBD e nessun componente psicoattivo come il THC. Le terapie si svolgono all’interno di un protocollo di valutazione dell’efficacia e di eventuali effetti collaterali. L’intervento termina con uno sguardo alla ricerca futura e all’importanza dello studio del sistema endocannabinoide e della sua sindrome, alla base di patologie ancora non ben conosciute.

Dottor Hans Leimgruber – Cenni biografici

 

Laureato in medicina nel 1978 all’Università di Basilea. Specializzato in Medicina Interna Generale FMH. Attivo nel Canton Ticino in Svizzera dal 1985. Operativo in Ambulatori Medici di Medicina di Famiglia. Soggiorno di tre anni in Sudamerica per progetti umanitari. Membro di gruppi di studio dell’Università di Zurigo nell’ambito del recupero da dipendenze e riduzione del danno.

Qualità della vita prima dell’assunzione=4 e dolori=8.

Dopo 30 giorni qualità della vita=8 e dolori=0…

 

 

Silvata T. 

(Novembre 2015)

Allo stato attuale il quadro clinico appare migliorato.

Il paziente riferisce una sensibile riduzione nel craving di cannabinoidi, mentre risulta più controllato dal punto di vista dell’ansia e dell’impulsività accompagnato dalla percezione soggettiva di una minor tensione emotiva. Il funzionamento sul piano sociale e relazionale appare più consistente…

 

 

Dr. Maurizio Previtali 

(Luglio 2015)

I dolori alle articolazioni sono diminuiti di molto.

Fino ad oggi nemmeno pomate con cortisone avevano sortito un beneficio così grande…

 

 

Anonimo 

(Dicembre 2015)

Gli effetti positivi si presentarono quasi subito.

Riacquistai l’appetito, l’energia, il peso, quindi sarebbe una ulteriore conferma dei benefici della canapa…

 

 

Lorenzo R. 

(Ottobre 2016)

Erano alcuni anni che non riuscivo più a camminare e dopo 150 metri avevo dolori terribili alle anche.

Dovevo sottopormi come prima fase a iniezioni di acido ialuronico e in secondo tempo un operazione alle anche (secondo i dottori). Prima delle iniezioni ho deciso di provare per 45 giorni le pillole da 25 mg di CBD. Siccome non cammino molto mi sono accorto degli effetti benefici circa 70 giorni dopo la cura, quando un giorno dovetti camminare per 1 km. Mi accorsi, dopo la camminata, che non avevo sentito dolore e potevo camminare speditamente.

Oggi, dopo 8 mesi riesco ancora a camminare senza dolori e mi riprometto nel prossimo futuro di continuare la cura.

 

 

Aurelio C. 

(Gennaio 2016)

Ero scettico ma devo ammettere che la canapa per me funziona, sono tre mesi che non ho dolori e la nausea è molto rara!

Unico neo il costo e l’impossibilità di rimborso della cassa malati, entrambi aspetti che spero potrete presto migliorare. Grazie!

 

 

Anonimo 

(Gennaio 2016)

L’effetto terapeutico ottenuto con mio fratello è strato entusiasmante: al terzo giorno di cura ha ripreso l’alimentazione, la voglia di combattere e di vivere.

Di questo ho già messo al corrente i dottori.

 

 

Anonimo 

(Novembre 2016)

Maggior energia, miglioramento del benessere generale e miglioramento dell’umore.

Nessun effetto collaterale riscontrato.

Anonimo

(Maggio 2016)

Volevo aggiornarvi: la mia raccolta dati va avanti e le do finalmente due buone notizie:

  • da quando prendo il CBD prima di coricarmi, alla sera la sua efficacia è molto superiore (8 giorni in meno di mal di testa in un mese e mezzo)!
  • pur essendo stata in contatto stretto con la mia figlia con raffreddore fortissimo e febbre NON MI SONO AMMALATA e questo per me è un successone! Mai capitato…

 

Alessandra F.

(Dicembre 2016)

I dolori di mia suocera sono diminuiti parecchio.

Le saprò dire se anche il balsamo funziona per i dolori localizzati.

Massimo B

(Agosto 2016)

Finora tutto bene, la situazione ad un mese dall’inizio è più che confortante!

Vi prego di tenermi informata circa le nuove produzioni.

 

Anonimo (Novembre 2016)

Anonimo

(Novembre 2016)

Ringraziamo la gentile cliente che si è prestata a documentare l’utilizzo di purederm per un problema di psoriasi alla pianta del piede e pubblichiamo le immagini che ci è stato concesso condividere a testimonianza dei risultati ottenuti in circa 4 settimane di utilizzo.

Di nuovo un grande GRAZIE a tutti coloro che riportandoci le loro impressioni di utilizzo ci supportano nel migliorare costantemente i prodotti che proponiamo.